Home Page » Archivi » Notizie » Notizie dell'Ordine

Notizie - Notizie dell'Ordine

Visite extra time "a porte chiuse", riservate agli iscritti dell'Ordine, alla mostra "ANNA COCCOLI. Artista bresciana del Novecento"
lun 13 set, 2021

 

Palazzo Martinengo Cesaresco, Via dei Musei 30, Brescia
Giovedì 23 settembre dalle ore 19.00 alle ore 20.00

Care Colleghe, Cari Colleghi,

l’Associazione Amici di Palazzo Martinengo offre agli iscritti al nostro Ordine la possibilità esclusiva di visitare “a porte chiuse” la prima grande mostra monografica di “ANNA COCCOLI. ARTISTA BRESCIANA DEL NOVECENTO” accompagnati da una guida storico dell'arte, al prezzo particolarmente vantaggioso di € 15 / persona.

La mostra dedicata all'estrosa ed eclettica artista bresciana - figlia del pittore e decoratore Eliodoro Coccoli (1880-1974), tra le figure più interessanti nel panorama artistico locale dei primi decenni del Novecento - ripercorre, attraverso un centinaio di opere tra tele, sculture e disegni, l'intero arco della sua avvincente parabola artistica. Il percorso espositivo pone in evidenza gli aspetti più interessanti della sua incessante - e talvolta contraddittoria – ricerca estetica, che portò l'artista a rinnovare il proprio linguaggio decennio dopo decennio, passando dal figurativo connotato in senso espressivo della giovinezza alla realizzazione di sculture antropomorfe in lamiera colorata, dalle tele di ampio formato che risentono delle sperimentazioni della transavanguardia fino al puro astrattismo degli ultimi lavori.

Curata da Davide Dotti, la mostra è suddivisa in sette sezioni tematiche e cronologiche: dalle tele giovanili degli anni cinquanta e sessanta - influenzate dalla lezione di Guttuso, Migneco, Morlotti e del bresciano Stagnoli - si passa alle originalissime opere caratterizzate dall'assemblaggio di lamiere metalliche multicolore, rondelle e bulloni eseguite tra il 1967 e il 1975, ispirate al “cubismo meccanicistico” di Fernand Léger; dalle intense ed emozionanti tele di grande formato con corpi e volti di donne realizzate durante il lungo soggiorno brasiliano - durato all'incirca dalla metà degli anni settanta alla fine degli anni ottanta – si giunge alle sperimentazioni materiche con sabbia e cemento e alle tele di ampio formato che risentono della transavanguardia degli anni novanta, fino ai dipinti astratti dell'ultima produzione caratterizzati da una sorprendente gestualità esecutiva di tipo informale. Infine, non manca una sezione dedicata alla grafica, nella quale sono esposti una trentina di splendidi disegni a matita, china, tempera ed acquarello.
L'obiettivo della mostra è quello di conferire il giusto risarcimento storico e critico ad una valente e carismatica artista bresciana del Novecento che, in vita, ha ottenuto significativi riconoscimenti all'estero (ad esempio il MASP, Museo d'Arte di San Paolo del Brasile, ha ospitato una sua importante antologica nel 1984), ma che in patria non è stata mai oggetto di un'ampia mostra monografica che, ripercorrendo l'intera produzione, valorizzasse appieno il suo indiscutibile e poliedrico talento artistico.

L’appuntamento nel cortile di Palazzo Martinengo Cesaresco di via Musei 30 a Brescia è previsto dalle ore 19.00 alle 20.00 di Giovedì 23 Settembre p.v.

In relazione al numero dei partecipanti, si potranno organizzare fino a quattro gruppi di 20 unità, che saranno accompagnati da storici dell’arte particolarmente qualificati e dal curatore stesso. Le partenze dei gruppi sono previste alle ore 19.00-19.20-19.40-20.00.
Le prenotazioni da parte degli iscritti all’Ordine dei Medici dovranno essere effettuate scrivendo una e-mail all'indirizzo mostre@amicimartinengo.it entro e non oltre il giorno prima della visita alla mostra

Ogni iscritto all'ordine potrà estendere l'invito a massimo 7 accompagnatori, la cui presenza dovrà essere specificata nella e-mail di iscrizione, insieme al giorno in cui si desidera effettuare la visita.

Con l’adesione ciascun iscritto si impegna all'esibizione del Green Pass e al pagamento del biglietto presso la biglietteria della mostra il giorno della visita.

Il Presidente: Dott. Ottavio Di Stefano

logo della mostra anna coccoli